La Città Proibita

Nel weekend sono andato a vedere il nuovo film di Zhang Yimou.

Qualche mese fa avevo visto il primo film di Zhang Yimou, Hero, e devo dire di averlo trovato splendido. Certo, tutti quei combattimenti non mi erano piaciuti ma avevo ugualmente apprezzato le immagini e i particolari.

Così ho deciso di andare al cinema per questo nuovo film. Anche in questo caso, la cura dei particolari, le immagini ricercate e le inquadrature giocano un ruolo importante nel film e lo rendono veramente spettacolare. Anche la trama è molto avvincente e non mi meraviglierebbe più di tanto scoprire che c'è un fondo di verità in quello che viene raccontato.

Ciò che però non ho apprezzato sono i combattimenti e le battaglie. A differenza del primo film, in "La Città Proibita" ci sono moltissimi combattimenti e soprattutto molto violenti, di una violenza a tratti inaudita. In questo caso le inquadrature molto ricercate, non fanno altro che accentuare questa violenza e renderla, se possibile, ancora più "vera". In tutta sincerità sono rimasto molto basito da quella che a tratti ho trovato violenza gratuita.

 

In definitiva devo comunque dire di aver apprezzato il film e sicuramente andrò a vedere anche il prossimo film di Zhang Yimou.